L'attesa dell'istante


Fare l'artista oggi, come ieri, non significa essere a tutti i costi un artista.

Fare l'artista è qualcosa che c'entra molto con lo sperimentare e l'esistere e pochissimo con l'essere. Il mio fare arte implica una costante e disciplinata ricerca di novità, una perenne attenzione verso ciò che attira la mia creatività e raramente questo coincide con il facile ed il comodo.

Fare arte non può essere per me solo dipingere o scolpire: sarebbe come dire che coltivare un pomodoro è "il fare arte".. Il pomodoro è unicamente il risultato di un processo artistico dove la pianta, l'agricoltore, il sole, la pioggia, la terra, le stagioni e un sacco di altre variabili "collaborano" insieme nel fare artistico. L'artista (Io) non è altro che un elemento (piccolo) del fare artistico e senza Vita questo fare diviene essere e nell'essere vi è molta immagine e poca, pochissima sostanza.

Per questo motivo se dovessi fare oggi il curriculum della mia vita (e non solo lavorativa) apparirebbe come il percorso non di uno ma di almeno cinque, sei, sette Alberto differenti.. eppure in tutta questa diversità di esperienze c'è sempre un filo conduttore che mi rende riconoscibile a me stesso, perché ciò che si fa non è ciò che si è e ciò che si è si può racchiudere tutto in un brevissimo istante... tutto il resto è esperienza, fatica, gioia e dolore, paura e coraggio, forza e debolezza.. Tutto questo permette di crescere, di conoscersi e infine di creare.

Fare l'artista oggi, come ieri, è l'attesa dell'istante..istanti che possono essere molto vicini tra loro in certi momenti, come apparire terribilmente lontani in certi altri.. L'attesa, la pazienza e la fiducia che qualsiasi cosa accada e in qualsiasi luogo tu ti trovi, quell'istante tornerà per poi svanire nuovamente. Arriva un certo momento allora in cui capisci che l'istante atteso non è altro che il pretesto essenziale per vivere e impari che più vivi e più quel momento atteso diviene intenso e splendente e aime' più dolorosa la sua costante dipartita. La vita dell'artista (la mia) non è mai semplice o scontata, priva di dolori intensi ed entusiasmi sfavillanti, la vita dell'artista non è migliore o peggiore di altre vite.. Questa vita (la mia) non è altro che una Vita e se si è per un istante un artista non si può che cercare di divenirlo per il resto della propria vita.


Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square